Ultime Notizie


A presto...
PDF Stampa E-mail

relaxSiamo momentaneamente in fase di rilassamento... ma ci faremo vivi dopo l'estate, freschi e pronti a ripartire.

Buone vacanze.

 
27 maggio, musica nuova al Nebiolo
PDF Stampa E-mail

Tavazzano, Teatro Nebiolo, domenica 27 maggio 2018, ore 17.00

Presentazione in concerto di due nuovi progetti musicali:

27 maggio

BAROCCO IN JAZZ DUO
Maurizio Piantelli, tiorba e chitarra barocca
Gianni Satta, tromba e flicorno

SEMPLICEMENTE
canzoni che amiamo

Stefano Torre, voce e chitarra
Gianni Satta, tromba e flicorno
Gabriele Montanari, violoncello

Ingresso con offerta minima di 5 euro

 

clicca qui per visualizzare la locandina

 

“These are a few of our favorite things”, ecco le cose che piacciono a noi. Parafrasando la Julie Andrews dello storico film The Sound of Music (Tutti insieme appassionatamente) potrebbe essere questo, semplicemente, il senso di questo concerto. Due nuovi ensemble nati nel nostro territorio, un duo e un trio (ma con un elemento in comune: 2+3=4), formati da musicisti di grande valore con esperienze molteplici, provenienti da differenti aree stilistiche, decidono di presentare al pubblico dei progetti musicali dove la tecnica fine a se stessa, i clichés e le griglie formali lasciano il posto “semplicemente” alla musica che amano suonare; e così le arie immortali del Barocco italiano, la canzone italiana d’autore, l’improvvisazione Jazz, i grandi evergreen e la musica sudamericana arrivano alle orecchie e al cuore degli ascoltatori come musica nata qui e adesso. Non c’è da fare altro che sedersi, e ascoltare.

BAROCCO IN JAZZ DUO (Maurizio Piantelli, tiorba e chitarra barocca; Gianni Satta, tromba e flicorno).  “Uno spazio ‘ideale’ dove passato e futuro si uniscono... la musica, nell'universalità del suo linguaggio travalica stili, periodi storici e geografici per parlare al cuore degli uomini di ogni tempo.” Barocco in Jazz propone brani suggestivi -arie celebri e melodie antiche entrate nel DNA musicale di noi tutti- senza rigidi schemi storici e formali ma sulla sola onda dell'emozione delle note, dando vita a un percorso musicale pienamente calato nella sensibilità di oggi e allo stesso tempo piacevole e ricercato, colto e popolare.

SEMPLICEMENTE canzoni che amiamo (Stefano Torre, voce e chitarra; Gianni Satta, tromba e flicorno; Gabriele Montanari, violoncello).  Un nuovo, raffinato progetto musicale, che viene presentato al pubblico, in anteprima, in questa occasione. Tre musicisti provenienti da esperienze artistiche diverse (jazz, musica classica, canzone d’autore e world music) che hanno avuto più volte occasione di suonare assieme, hanno deciso di lavorare a un progetto condiviso, in cui mettere a frutto tutte le loro esperienze precedenti, proponendo, a loro modo, “semplicemente le canzoni che amano”: canzoni italiane d’autore, musica brasiliana, standard jazz…

 

col contributo della Piccola Salsamenteria Lodigiana, via Emilia 52, Tavazzano

fbl'evento facebook

artic2

 
15/4 Tavazzano, Cascina Ca' Cesareo, Il colore della terra
PDF Stampa E-mail

colore della terraDomenica 15 aprile 2018, ore 16,30
Cascina Ca' Cesareo (Tavazzano)

Il colore della terra

A conclusione della ricerca fotografica "Il colore della terra..." condotta durante gli ultimi dieci anni da parte dei soci, il Gruppo Fotografico Tavazzano mette in mostra il frutto dell'ultima fase della ricerca: foto inedite su pannelli di 1 x 1 mt. Seguirà uno spettacolo con musica e danze tipiche della tradizione popolare italiana a cura del Gruppo Folkloristico Terra del Sole.

In caso di maltempo l'iniziativa sarà rinviata a domenica 22 aprile.

 

 
Tesseramento 2018
PDF Stampa E-mail

tessera 2017Cari soci, socie e aspiranti tali, se avete una tessera dell'Associazione Culturale Amici del Nebiolo, come quella qui raffigurata (cioè scaduta...) è giunta l'ora di rinnovarla!! E se non l'avete mai avuta, è ora di farla.

Se avete apprezzato le nostre iniziative: i Contrappunti d'Autunno, il Piccolo Presidio Poetico, i concerti, le mostre eccetera, non perdete l'occasione di associarvi, per sostenerci e dare il vostro contributo. Ogni tessera, oltre che un segno di condivisione e di incoraggiamento, è una piccola ma tangibile risorsa in più per cercare di proseguire lungo la strada che abbiamo intrapreso. Associarsi è semplice, potete farlo durante le nostre iniziative, contattando un affiliato o semplicemente mandando una mail all'indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Il costo della tessera 2018 è sempre lo stesso, immutato da 10 anni:
10 euro quota standard - 5 euro per studenti, under 26 e over 65.

 
Lodi, 28 gennaio, Neve pensata
PDF Stampa E-mail

neve pensataDomenica 28 gennaio 2018, ore 16.30
Società Generale Operaia di Mutuo Soccorso, Lodi via Callisto Piazza 7/9

NEVE PENSATA

Presentazione della nuova raccolta di poesie di Amedeo Anelli, con il poeta Guido Oldani, l'attrice Lorena Nocera e i musicisti Maurizio Piantelli e Gianni Satta

visualizza e scarica: la locandina e il comunicato

Domenica 28 gennaio alle ore 16:30 presso la sede della Società Generale Operaia di Mutuo Soccorso di Lodi in via Callisto Piazza 7/9, verrà presentata la raccolta di poesie di Amedeo Anelli, Neve pensata, edita da Mursia. Interverranno oltre all’autore, il direttore della collana Argani di Mursia il poeta Guido Oldani, autore del risvolto di copertina, l’attrice Lorena Nocera, che leggerà passi dalla raccolta: Inoltre vi saranno interventi musicali fra Barocco e Jazz di Maurizio Piantelli (tiorba, chitarra barocca) e Gianni Satta (tromba e flicorno). L’iniziativa è organizzata dalla Rivista Internazionale di Poesia e Filosofia «Kamen'», dalla Società Operaia di Mutuo Soccorso di Lodi, dall'Associazione Amici del Nebiolo e dall’Associazione Musicarte.

 

Solo la neve sa trattenere la pace ed il ricordo ed i nutrimenti della terra viva di stagioni e di corpi vivi di terrori e di affetti.

«La nebbia e la neve, la pioggia e i rami accadono sulla riva del Po, ma vengono letti nell’eco del silenzio della Siberia, nella santa madre Russia. Amedeo Anelli, che nasce dove vennero alla luce i «Quaderni Piacentini», presso Vicolo del Pavone, è il traghettatore poetico dei sopracitati odierni remoti. Ama, legge e traduce dal russo ma vive dove tutti i fiumi si radunano a viaggiare. Con un grande flash della discrezione, fuori da ogni frequentazione dell’ostentato presenziare, Anelli dà fiato a questa sintesi: una visione in filigrana, dove la coralità dei saperi interagisce con i livelli possibili di lettura dei suoi testi. Viene data voce al silenzio e reso visibile un panorama che, tolto all’adiposità dei colori, si prosciuga disegnando con matita bianca su cielo grigio, cantando con la voce del rigore una natura esposta come una rete ad asciugare al vento. Gutta cavat lapidem. L’autore distilla parsimoniosissimo la sua tormentata quiete. L’uomo che ha dato vita e conduce in un implacabile sesto grado la rivista «Kamen’», rosa del deserto delle pubblicazioni poetiche non solo italiane, qui ci dà finalmente un compiuto autoritratto del naturale, nelle sue pagine brevi di un unico monocromatico capitolo» (G.Oldani).

 

fbl'evento facebook

neve_1

neve 2

 

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 1 di 37